Firenze: arte, cibo e natura

L’autunno comincia a farsi sentire, con il suo cielo cupo, quell’arietta fresca che dà sollievo dopo un’estate così calda, ma che allo stesso tempo ricorda che l’estate sta finendo. Dove si va? Lontano? Vicino? Al mare? In montagna? E poi, per quanti giorni? Abbiamo un weekend e vogliamo sfruttarlo al meglio. Stavolta niente aereo, siamo alla stazione dei treni, con il naso in su, rivolto verso il tabellone, in attesa del binario… carrozza 7, si parte!

Siamo in una vera e propria bomboniera, piccola ma grande, città d’arte e di tradizioni culinarie, travolta naturalmente dai turisti, perfetta per un weekend alternativo. Un chilometro a piedi ed è fatta, conoscerete Firenze come le vostre tasche.

Siete tradizionalisti?

Non mancheranno chiese e palazzi. Dalla Chiesa di Santa Maria Novella, lì davanti alla stazione ferroviaria, alla Cattedrale di Santa Maria del Fiore (Duomo), per giungere poi a Palazzo Vecchio, in piazza della Signoria. Non scordate poi il campanile di Giotto e la cupola di Brunelleschi. Per il primo armatevi di pazienza, fate un sorso d’acqua, superate il tornello ed iniziate la salita, 400 scalini. Non so voi, ma noi stavamo proprio fuori forma 😉. Se invece per il vostro weekend toccata e fuga avete programmato uno stop alla cupola di Brunelleschi, ricordatevi di prenotare l’ingresso in anticipo e di essere puntuali una volta arrivati a Firenze.

20170917_140041

Amanti del cibo?

Siamo in Toscana, quale miglior occasione per degustare carni, salumi e salse al tartufo? Stop d’obbligo è il Mercato Centrale, una vera e propria goduria per olfatto e palato, classici banchi da mercato al piano terra, cucina easy al primo piano. Questo è il posto giusto per chi non ha voglia di mettersi a tavola in qualche trattoriola, ma preferisce un pranzo veloce veloce. Gli amanti della carne, invece, non possono lasciare Firenze senza aver assaporato una succulenta bistecca alla fiorentina, noi l’abbiamo presa All’Antico Ristoro di Cambi: 1,1 kg e avremmo fatto volentieri il bis. Per i tipi da “multi-pranzo”, insomma, se vi piace spizzicare qua e là, ce ne sono di must in Toscana, dal panino con il lampredotto alla ribollita.

20170917_125627

Preferite una gita en plein air?

Munitevi di scarpe comode e perdetevi nei vicoletti della città, passeggiate sulle sponde dell’Arno e raggiungete piazzale Michelangelo per godere di una vista mozzafiato. Non dimenticatevi di prendervi una pausa da questo continuo camminare, magari un pisolino sull’erba o semplicemente ascoltando il silenzio immersi nel verde, dirigetevi quindi al giardino delle rose o al giardino di Boboli all’interno di Palazzo Pitti, e godetevi il vostro momento relax.

20170917_135755

Seguiteci sui nostri social Instagram e Facebook!

Pubblicato da

Giulia e Martina, amiche e viaggiatrici folli, assetate di avventura, pronte insieme a girare il mondo, alla scoperta dei mille colori, profumi, suoni che esso ha da offrire. Viviamo la vita viaggiando. Segni particolari? Una voglia di mondo sul cuore.

Una risposta a "Firenze: arte, cibo e natura"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...